Comune di Grumo Appula
Ingrandisci Riduci Ripristina
Home Arte e Storia
Arte e Storia PDF Stampa
Martedì 22 Settembre 2009 19:46

Storia

La città sorse come centro apulo in epoca pre romana. Plinio fa, probabilmente, riferimento agli abitanti di Grumo quando nell'elencare i popoli della Calabria, come allora era chiamata la Puglia, elenca i "Grumbestini" assieme a "Palionenses" di Palo del Colle (Palio) e "Butuntini" di Bitonto (Butuntum). Nel territorio si sono rinvenute sepolture italiche e monete greche e romane.

Alla caduta dell'Impero Romano d'Occidente entra a far parte del regno ostrogoto cui si avvicenderanno i bizantini, che restituiranno, seppure per poco, l'Italia all'Impero con la "restitutio" giustinianea del VI secolo. Solo sfiorata dalla dominazione longobarda, finisce in seguito sotto la dominazione normanna, quando il borgo fu compreso nel feudo di Conversano (Bari), passando, poi, verso la metà del XIII secolo, a Goffredo di Montefusco.

Chiese

  • S. Maria Assunta - Chiesa Matrice (XIII secolo), Largo S. Pio X.
  • Maria SS delle Grazie, via Madonna delle Grazie.
  • Maria SS di Mellitto, Piana di Mellitto, ex SS. 96 Bari-Altamura.
  • Cappella di S. Michele, via Adenauer.
  • San Rocco (XV secolo).
  • San Francesco (XIII secolo)
  • SS. Rosario (XVII secolo)
  • Maria SS di Monteverde
  • S. Antonio
  • S. Lorenzo (XV secolo)
  • Sant'Anna
  • Chiesa dell'Immacolata Concezione

Origine del nome

Il suo nome è di dubbia origine; alcuni lo fanno risalire al termine greco "drùmon" (quercia), altri al latino "grumum" (agglomerato di case).

Personalità storiche

Grumo Appula ha dato i natali a:

  • Michele Scippa, patriota.
  • Filippo Minutilli, comandante del Genio Garibaldino nella Spedizione dei Mille.
  • Generale Raffaele Devitofrancesco, comandante della piazzaforte di Venezia durante la Grande Guerra.



Tratto da Wikipedia.