Comune di Grumo Appula
Ingrandisci Riduci Ripristina
Home Differenzia Campagna di informazione "Puglia Eternit Free"
Assessorato tutela dell''Ambiente - Campagna di informazione - Puglia Eternit Free

IMG-20150718-WA0003 (1) 

AMIANTO / AL VIA IL CENSIMENTO GRATUITO CON  IL PROGETTO “PUGLIA ETERNIT FREE”

Grumo Appula, eliminare il rischio della fibra killer

E’ stato attivato il numero verde 800 131 026 per i sopralluoghi tecnici

 

Sicurezza amianto, il Comune di Grumo Appula ha aderito alla campagna “Puglia eternit free”. La prima iniziativa regionale di informazione sul rischio amianto promossa da Legambiente Puglia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e con la collaborazione del partner tecnico Teorema Spa, mirata alla rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole, così come disposto dalla legge n. 257/92 e dal Piano Regionale Amianto della Regione Puglia che prevede, tra l’altro, l’avvio del censimento obbligatorio. L’iniziativa mira ad informare e formare gli operatori agricoli, le imprese edili e i professionisti, nonché, i cittadini sul pericolo della fibra cancerogena.

 

“E’ stato attivato il numero verde 800 131 026 - spiega Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia - al quale tutti i cittadini ed enti potranno rivolgersi per il censimento e sopralluoghi di natura tecnica. Nel nostro Paese a distanza di 22 anni dall’entrata in vigore della legge n. 257/92 che metteva al bando la fibra killer poco è stato fatto sul fronte del risanamento ambientale e dello smaltimento dei materiali contenenti amianto per arginare l’impatto sanitario provocato dall’esposizione alla fibra killer che causa ogni anno 4mila vittime”.

 

E ancora. “L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione “Puglia eternit free” ha un solo obiettivo: portare a una sorta di “emersione” delle tante azioni di rimozione e abbandono clandestino, che creano situazioni di rischio per la salute tanto di chi li rimuove quanto di chi è esposto involontariamente alla potenziale dispersione di fibre di amianto notoriamente cancerogene”.

 

I pericoli. I materiali friabili, come soffitti spruzzati, tubazioni e caldaie coibentate con materiale contenente amianto, possono liberare le fibre libere, ad esempio a causa di infiltrazioni di acqua o di correnti d’aria. I materiali ancora compatti, invece, quali i pannelli isolanti, coperture costituite da lastre ondulate (Eternit), canne fumarie, serbatoi possono liberare le fibre sole se deteriorati.

 

Venerdì 17 luglio nella Sala Consiliare l'Assessore all'Ambiente, ing.Domenico Savino, ha presentato il Progetto, con il Presidente di Legambiente Puglia dott.Francesco Tarantini e con un portavoce della Teorema Spa, Tommaso Forte. Inoltre la dott.ssa Vincenza Fanelli ha spiegato i rischi dell'amianto sulla salute umana e l'avv.penalista Vito Bozzi ha spiegato cosa prevede la Legge per chi abbandona l'amianto per strada e nell'ambiente.

 

Per il censimento gratuito  dell'amianto e per un sopralluogo gratuito di natura tecnica basterà:

-          o chiamare il numero verde 800.131.026;

-          o compilare il modulo allegato e inviarlo via fax al n° 080.762980;

-          o  procurarsi il modulo dall’Ufficio Segreteria del Comune di Grumo Appula dalla sig.ra Antonia Colavito e lasciarlo alla stessa Segreteria o all’Assessore all’Ambiente, ing.Domenico Savino;

-          o contattare e inviare il tutto all’Assessore all’Ambiente all’indirizzo e.mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Si allega MODULO da compilare e inoltrare.