Comune di Grumo Appula
Ingrandisci Riduci Ripristina
Home Il Paese
Il Paese
Il Paese - Fine del feudalesimo PDF Stampa
Lunedì 21 Settembre 2009 16:05
Indice
Il Paese
Dominazione romana
Periodo bizantino
I saraceni e il periodo normanno
Il feudalesimo
Angioini e aragonesi
Dominazione spagnola
Fine del feudalesimo
Dissoluzione dell'università
Cenni geografici
Tutte le pagine

FINE DEL FEUDALESIMO
I Grumesi raggiungono la quota di 3116 ab. nel 1716 e la mantengono stabile per tutto il secolo con 3288 ab. nel 1798. La cittadina di Grumo, verso la fine dell’età feudale, era ancora dominata dal Castello, con poche famiglie facoltose e gli altri silenziosi, curvi al lavoro dei campi o a guardia delle pecore. La compilazione del Catasto Onciario nel 1753, la vertenza giudiziaria tra università e feudatario, la lunga resistenza dei sindaci alle minacce del feudatario, mostrano una nuova coscienza civica della borghesia agraria. E’ una netta presa di posizione dell’università a beneficio della cittadinanza. Sono da elencare i vari lavori progettati di pubblica utilità: il rifacimento e l’allargamento della Chiesa Matrice, i lavori al Lagopetto, la costruzione della cisterna di Monteverde. Nel 1783 furono compiuti i lavori del Lagopetto, conca naturale a meno d’un km dal paese dove si raccoglie l’acqua piovana dei dintorni. Il 28 maggio 1773 fu scavata e sistemata nell’attuale giardinetto, presso la Chiesa di Monteverde, la cisterna che restò per oltre un secolo un autentico monumento.